Un tempo , oltre cento anni fa, in città relativamente vicine gli orologi segnavano ore diverse. Come mai ? La diversità era dovuta al fatto  che luoghi con longitudine  geografica diversa hanno tempo solare diverso. La longitudine è la distanza, esprimibile in tempo o in gradi, dal meridiano fondamentale, assunto convenzionalmente come riferimento. Il mezzogiorno si ha quando il Sole raggiunge la massima altezza sull’orizzonte del luogo preso in considerazione.Poiché la Terra è rotonda, il mezzogiorno si verificherà nello stesso istante solo nelle località sullo stesso meridiano. Possiamo  dire, a parte piccole differenze , che Cagliari, Genova,  Milano, Zurigo, Francoforte e Brema hanno il mezzogiorno vero nello stesso momento. Così come pure Roma, Venezia, Berlino e Copenaghen hanno un loro comune mezzogiorno solare vero. Nel passato, ormai lontano, si adottava per comodità il tempo delle Capitali di Stato, per la Francia il tempo di Parigi, per la Svizzera il tempo di Berna e solo dopo l’unità d’Italia, da noi si è usato il tempo di Roma. Nei rapporti con la Francia il nostro tempo differiva di ben 40 minuti . Tale è la differenza di longitudine e quindi di tempo  solare, tra Roma e Parigi, e nei reciproci rapporti  la confusione era massima. La comunità scientifica internazionale divise il globo terrestre in 24 fusi orari di 15° ciascuno (corrispondente ad un’ora), per un totale di 360° (corrispondente alle 24 ore) , per coprire con l’angolo giro tutta la circonferenza della Terra.Ogni fuso orario ha un tempo caratteristico che è il Tempo Solare del suo Meridiano di riferimento. Per meridiano fondamentale fu adottato quello di Londra e precisamente quello  dell’Osservatorio Astronomico di Greenwich, il tempo del quale ora chiamiamo Tempo Universale (Universal Time) , riferimento principale per tutta l’Astronomia. Segue quello di Greenwich, quindi con un’ ora in più, quello chiamato del Tempo Medio dell’Europa Centrale (TMEC) che passa proprio per la bocca del Vulcano Etna toccando Battipaglia e Termoli. A cavallo di questo meridiano distante 15° da Greenwich , sta il secondo  fuso orario, che è il tempo solare di Catania, Battipaglia e Termoli.Dal primo giorno  del novembre del 1893 l’Italia  ha adottato il Tempo Medio dell’Europa Centrale (TMEC) abbandonando da questa data il tempo di Roma. Il TMEC  è adottato dai paesi centroeuropei dalla Spagna alla Polonia, in realtà, per comodità, per una estensione maggiore del fuso stesso di appartenenza.Osserviamo che tra Bardonecchia e Otranto, le quali  hanno ovviamente l’orologio che segna la medesima ora, hanno il tempo solare con una differenza di ben 48 minuti.Ricordiamoci, a marzo e ad ottobre non introduciamo o abbandoniamo  mai l’Ora Solare (come purtroppo dicono quasi tutti i giornali , le radio e le televisioni !), ma passiamo dall’ Ora Legale Invernale, il TMEC,  all’Ora Legale Estiva e viceversa .L’Ora solare è prerogativa esclusiva degli Orologi Solari ovvero delle Meridiane. Noi appassionati del Cielo non possiamo sbagliare in queste cose. D’accordo!

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2021 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi