Leggendo e rileggendo i miei libri di Astronomia, capita spesso di trovare cose nuove che necessitano di un chiarimento puntuale e preciso. Questa volta il mio interesse è su un metodo antico per calcolare la longitudine.Si omette la latitudine essendo questa di facile rilevamento mediante l’altezza del Sole o delle stelle con semplici strumenti.Il  metodo per calcolare la longitudine ,  profondamente astronomico, si chiama “Distanze Lunari”. Prima dell’avvento dei GPS (Global Positioning System), prima delle comunicazioni radio, prima dei precisi orologi al quarzo era molto complicato e difficile il calcolo della posizione di un vascello in mare. Fallito il metodo dei Satelliti di Giove, escogitato dal Galileo Galilei (1564-1642), per ovvie difficoltà di rilevamento , il metodo delle “Distanze Lunari” era l’unico praticabile e soddisfacente per navigare gli oceani.La comunità scientifica nel XIII e XIV secolo suggerì agli astronomi di calcolare l’orbita della Luna e di conseguenza di calcolare, mese dopo mese, anno dopo anno, quando la Luna si sarebbe avvicinata alle varie Stelle o Pianeti,  per un ben preciso luogo di riferimento.Quindi noto il tempo di avvicinamento tra la Luna e le Stelle od i Pianeti, si rilevano quando questi avvicinamenti avvengono in mare, dalla differenza dei tempi si passa semplicemente alla longitudine calcolata ricordando che un’ora corrisponde a 15°.Sembra facile ma anche con tale metodo si presentavano delle difficoltà dovuti alla imprecisa posizione di Stelle e Pianeti e della Luna stessa.Per le “Distanze Lunari” si usavano i pianeti Venere, Marte, Giove e Saturno (Mercurio è improponibile per ovvi motivi).

Ma quali stelle venivano utilizzate per preparare le effemeridi e rilevarne poi gli avvicinamenti con la Luna ? Ecco allora, queste sono, le 9 Stelle Lunari !Hamal (Alfa ARI), Aldebaran (Alfa Tau) , Polluce (Beta GEM), Regolo (Alfa LEO), Spiga (Alfa VIR), Antares (Alfa SCO), Altair (Alfa AQL),  Fomalhaut (Alfa PSA),, Markab (Alfa PEG). Tali stelle sono ben distribuite in tutto il Cielo , e quasi tutte sono zodiacali ad eccezione di Markab e Fomalhaut  che hanno quasi la stessa ascensione retta, ma la prima ha declinazione positiva (circa +15)  mentre la seconda ha declinazione negativa (circa –30), quindi lontane tra loro ma sempre utili per catturare la Luna nelle diverse posizioni. Cristoforo Colombo (1451-1506) ed Amerigo Vespucci (1454-1512) usarono certamente tale metodo, delle “Distanze Lunari” con evidente e alterna fortuna, uno non si accorse che non aveva raggiunto ne Cipango (Giappone) ne il Catai (Cina), mentre l’altro ebbe l’onore, navigando le coste  americane, di vedersi attribuito il suo nome a quelle terre. Le effemeridi usate dai due navigatori erano calcolate per Norimberga, da Giovanni Muller(1436-1476) detto Regiomontano , calcolate per gli anni dal 1482  al 1506.

URANIO

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2021 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi