Un uomo che ha 72 anni ha percorso sull’astronave Terra settantadue giri intorno al Sole , ma in particolare quando è nato , nel 1943, (siamo nel 2015) , un fotone di luce è partito dalla stella principale della costellazione della Corona Boreale, Alfa Coronae Borealis, o più semplicemente chiamata Gemma; ora tale fotone di luce arriva sul nostro pianeta. Infatti Gemma dista circa 72 anni luce dal nostro sistema planetario, in breve mentre  il nostro settantaduenne vive, il fotone di luce a 300.000 chilometri al secondo viaggiava verso di noi, raggiungendoci solo nel 2015.Per dare un senso alle parole è bene fare un esempio : una Ferrari di Formula Uno  in rettifilo corre a circa 300 chilometri all’ora, mentre la luce ha una velocità di un miliardo e ottanta milioni di chilometri all’ora (1.080.000.000) . Direi  una folle velocità per le cose umane. Proviamo a trasformare in chilometri la distanza di Gemma dalla Terra. Moltiplichiamo 1.080.000.000 X 24 (ore/giorno) X 365.25 (giorni/anno) X 72 (distanza anni luce) otteniamo otteniamo così il numero : 681.644.160.000.000 corrispondente al chilometri in uso dall’uomo, che ci dividono da Gemma.E’ chiaro che un numero così è praticamente illeggibile e quindi mette in evidenza perché in astronomia non si usano i chilometri ma il tempo luce,  quel lungo numero si trasforma semplicemente in 72 anni luce. Quanto appena detto è una semplice considerazione che rende bene l’idea delle dimensioni delle distanze stellari.Mentre il tempo passa veniamo via via raggiunti dai fotoni di luce partiti da quelle stelle che distano in tempo luce, tanti anni  quanti sono  gli anni della nostra vita sino a quel momento.La stella più vicina, visibile dall’Italia, ad occhio nudo  è Sirio, la stella più luminosa della costellazione del Cane Maggiore che dista da noi circa 8.6 anni luce.Il Sistema Solare è posto in un mondo di circa  cento miliardi  di stelle che è la nostra Galassia, detta più poeticamente Via Lattea. Questo sistema stellare è un disco appiattito con un diametro di circa 100.000 anni luce, con uno spessore nella parte centrale di 30.000 anni luce circa. Noi con il Sole siamo in una posizione abbastanza periferica della Galassia, tutte le stelle che vediamo in cielo sono componenti della Galassia ovvero della Via Lattea.Le distanze diventano enormi se consideriamo le distanze delle altre galassie, ossia altri universi-isola di altrettanti cento miliardi di stella ciascuno. La più nota Galassia visibile dal nostro emisfero è la Galassia di Andromeda o M31 dal catalogo di Charles Messier (1730-1817) , grande cacciatore di comete.  Ancora: la Galassia di Andromeda dista da noi 2.300.000 anni luce. Ora il discorso ci porta lontano, allora meditiamo e pensiamo che la conquista  spaziale con la presenza dell’uomo, avvenuta il 21 luglio 1969 con lo sbarco sulla Luna riguarda un oggetto celeste, la Luna, che dista dalla Terra poco più di un secondo luce (!).

URANIO

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2021 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi