Ho voluto qui di seguito rammentare gli anni della nascita di alcune fra le più importanti pubblicazioni astronomiche storiche, professionali ed internazionali.Le più vecchie sono le “Philophical Transactions” del 1665 della Royal Society di Londra, sulle quali nel 1672 scrisse anche Isaac Newton (1642-1727 vecchio stile) circa la scomposizione della luce del Sole.Sono del 1679 di Parigi le “Connoissance des Temps”  che  ignorò deliberatamente l’astrologia , on obiettivo primario  la diffusione delle future posizoni del Sole e della Luna, nonché dei pianeti.Del 1767 sono le “Nautical Almanac and Astronomical Ephemeris” di Londra , pubblicazione simile alla precedente francese.Nate nel 1800 le “Monatliche Correspondenz” (corrispondenza mensile), per diffondere le notizie scientifiche , per volere di Franz Xaver von Zach (1754-1832) astronomo ungherese che collaborò per rintracciare Cerere scoperto il 1 gennaio 1801.Il primo periodico destinato alla pubblicazione rapida degli articoli di astronomia è del 1823 dal titolo di “Astronomische Nachrichten” (notizie astronomiche) tedesco iniziato dall’astronomo Heinrich Christian Schumacher (1780-1850).Nel 1827 nascono le “Monthly Notices” (notizie mensili) organo per la rapida pubblicazione di notizie astronomiche, edito dalla Royal Astronomical Society.Negli Stati Uniti d’America nel 1849 è fondato lo “Astronomical Journal” pubblicato dalla American Astronomical Society.L’ “Astrophysical Journal” è fondato nel 1895 da George Ellery  Hale (1868-1938) pubblicato dall’Università di Chicago sotto il patrocinio della American   Astronomical Society.Nel 1898 viene fondata la  pubblicazione annuale  che intendeva riassumere tutte le pubblicazioni astronomiche che prese il nome di “Astronomischer  Jahresbericht” (relazione astronomica annuale). Infine nel 1969, in inglese , riprendendo il concetto precedente fu realizzato il “Astronomy and Astrophysic Abstracts” che pubblica oggi un numero grandissimo di pagine all’anno.E l’Italia ! Nel 1872 è fondata da Piero Tacchini (1838-1905) la rivista “Memorie della Società degli Spettroscopisti Italiani ” allora pubblicata in italiano , da qui lo scarso successo internazionale.Ora denominate ” Memorie della Società Astronomica italiana” ebbero un radicale cambiamento nel 1970 , da tale data pubblica gli Atti dei congressi sull’astrofisica mondiale, ed è in lingua inglese.

URANIO

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2021 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi