Di Stelle Nove ne abbiamo viste parecchie, così come Supernove Extragalattiche, ma Supernove appartenenti alla nostra Galassia, la Via Lattea, sono eventi astronomici rarissimi che nessun vivente ha mai visto.Grosso modo possiamo dire che sono due i tipi di Supernova, uno riguarda due stelle binarie che si scambiano la materia, l’altro tipo è riferito a stelle di grandissima massa che esauriscono il loro principale combustibile nucleare.

Dai tempi antichi ad oggi si conoscono, anche con molta incertezza, solamente 8 Supernove Galattiche, ma se prendiamo in considerazione quelle certissime le Supernove Galattiche scendono al misero numero di 4. Quindi prendendo in considerazione solo le certissime si comincia con quella del “1006” apparsa in aprile nella costellazione del Lupo (LUP: Lupus, Lupi) che raggiunse una magnitudine visuale di -10 (!) e fu visibile per due anni. Si è calcolato che non fosse più distante di 3.000 anni luce da noi.

Nel luglio “1054” nel Toro (TAU : Taurus, Tauri) esplode una Supernova Galattica con magnitudine di -4, come Venere; fu visibile per 23 giorni alla luce del sole e per 21 mesi di notte. Nel luogo dell’esplosione è rimasta la Nebulosa del Granchio ( M1 ) che dista da noi 6.000 anni luce, oggetto molto ricercato dagli amatori del Cielo.

Ed ora una citazione alla più famosa supernova esplosa nel novembre “1572” in Cassiopea (CAS : Cassiopeia, Cassiopeiae) osservata dal grande Tycho Brahe (1546-1601); fu anch’essa luminosa quanto Venere (-4) e fu visibile per ben 18 mesi. Brahe si rese conto che non aveva parallasse e quindi doveva essere molto più lontana della Luna e dedusse che il Cielo non era immutabile, cosa della massima importanza per il XVI secolo. Questa Supernova Galattica disterebbe 20.000 anni luce dal sistema solare.

Infine ,la più recente per modo di dire, esplosa nell’Ofiuco o Serpentario (OPH : Ophiuchus, Ophiuchi) nel mese di ottobre “1604”, chiamata anche Supernova di Keplero; di questa ne trattarono in molti tra i quali Keplero stesso ed il nostro Galileo Galilei (1564-1642); rimase visibile per 12 mesi con una magnitudine di -2.5 .

Siccome il Cielo non delude mai, dopo poco più di 400 anni dall’ultimo evento, perché non aspettarci di vedere, durante la nostra breve vita umana, l’esplosione, in qualche parte del Cielo, di una possibile stupenda Supernova Galattica ?

URANIO

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2021 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi