E’ proprio vero che  anche Galileo Galilei (1564-1642) commise errori , alcuni molto gravi. Possiamo dire che almeno in sei prese di posizione errate fu variamente danneggiato : 1,  La sua interpretazione sulle Comete. 2,  Lo strano modo di giustificare le Maree . 3,  Si schierò contro il sistema di Tycho Brahe (1546-1601) adottato da Gesuiti. 4,  Non riconobbe le Leggi di Keplero .  5, Pensò che l’asse terrestre puntava in alto per un effetto magnetico  da una interpretazione dell’opera di  Guglielmo Gilbert ( 1544-1603 ) . 6, In varie occasioni si inimicò i Gesuiti .1, Appare ridicolo pensare oggi che le Comete , a volte stupende, siano fenomeni terrestri e precisamente dell’atmosfera , eppure era l’interpretazione di Galilei.2, Con le Maree credeva di giustificare il moto della terra , per esempio , paragonando le maree vere e proprie, con l’esempio  , molto fantasioso , del movimento  dell’acqua in una vasca da bagno causato dal moto della Terra.3, Certamente fu copernicano , dichiaratamente manifestato nel 1597 in uno scritto a Giovanni Keplero (1571-1630). Certo era ancora un sistema errato ma utile per arrivare per gradi al sistema copernicano, infatti fu adottato dai Gesuiti per non contraddire  la  Bibbia.4, Scientificamente sconcertante è la mancata collaborazione con Keplero che lo portò ad ignorare le tre magnifiche e eleganti , appunto , Leggi di Keplero.5, Influenzato da Gilbert autore del “De Magnete” 1600 , attribuì a cause  magnetiche l’asse terrestre che punta verso la Stella Polare .6, Infine, ma molto importante , soprattutto negli ultimi anni della Sua vita, fu il contrasto con i Gesuiti per alcune priorità nelle osservazioni del Sole. E’ bene ricordare che la contrarietà con Cristoforo Scheiner (1575-1650) , lo vede dalla parte della ragione , infatti Galilei riteneva le macchie solari solidali con la superficie solare , mentre lo Scheiner le stimava “misteriosi”  oggetti oppure stelle  passanti dinanzi al Sole. Molto interessante è la nota che  lo Scheiner nella sua opera  “De maculis solaribus disquisitio” inserisce tra i primi che in Italia avevano osservato le macchie solari addirittura il Cardinale  Federico Borromeo (1564-1631) Arcivescovo di Milano e….. coetaneo del nostro Galileo.Questa breve nota non si permette di sminuire il grande personaggio e la statura scientifica  di Galileo Galilei, ma tenendo presente l’epoca storica dell’Astronomia rileva disguidi ed incomprensioni di quei tempi. 

URANIO

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2021 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi