Finalmente sono in riva all’Oresund, tratto di mare che separa la Danimarca e la Svezia, precisamente nel porto di  Landskrona dove attendo il traghetto a vela che mi porterà dalla costa svedese all’isola Hven, molto famosa per la storia dell’astronomia. Dopo una faticosa navigazione di circa due ore approdo su di una spiaggia sassosa e dopo un’altra ora di cammino giungo sull’altipiano dell’isola e appare  al centro dell’isola stessa il palazzo-osservatorio di Ticone, avvero  Tycho Brahe (1546-1601). Il palazzo è imponente con molti pinnacoli , chiamato Uraniborg , il castello di Urania, musa dell’astronomia.Tycho arrivò a Hven nella primavera del 1576 e vi rimase sino al 1597 e da qui osservò il Cielo con i soli occhi ,utilizzando quadranti ,squadre, traguardi ed allineamenti con strumenti da lui realizzati . Trovo Tycho in una stanza del palazzo che discute con i suoi allievi del lavoro da realizzarsi nella prossima notte.Mi riceve cordialmente ma in modo un poco rude, come è il suo carattere. Ricordiamo insieme la famosa cometa del 1577, in autunno e precisamente  mercoledì 13 novembre al calare del crepuscolo.Mentre  nella Germania meridionale un bambino di nome Giovanni Keplero (1571-1630) si recò con la madre sulla collina che dominava la cittadina di Leonberg, per vedere la cometa.  Keplero diventerà il principale allievo di Tycho, ma non qui a Hven ma al castello di Benatky nelle vicinanze di Praga nell’anno 1600.Conversando , ovviamente di astronomia , mi ricordò che si rese conto che le orbite allungate delle comete, intersecando quelle dei pianeti , mettevano in crisi la tradizionale nozione aristotelica delle “sfere celesti”   solide. Ma non ne comprese tutte le implicazioni   e non riuscì a concordare con le idee di Nicolò Copernico (1473-1543). Invece di accettare la posizione centrale del Sole, suggerì una soluzione di compromesso in cui il Sole, come la Luna, orbitava attorno alla Terra che manteneva la posizione centrale, mentre tutti gli altri pianeti orbitavano intorno al Sole. Sarà poi chiamato Sistema Ticonico.Congedati i discepoli, Tycho mi accompagna a visitare il palazzo; Uraniborg è stato  il primo osservatorio astronomico dell’epoca moderna, sorto prima dell’introduzione del telescopio. Il palazzo sorge al centro dell’isola, su di una collina di 51 metri di altezza , ha una facciata in stile rinascimentale, con una cupola centrale a cipolla. Mi fece vedere il locale  dove era alloggiato il famoso quadrante murale di 2.3 metri di raggio, con cui Tycho   raggiunse la precisione di 2 minuti d’arco.L’edificio ospitava anche la biblioteca con un grande Globo Celeste, nonché nel seminterrato  una tipografia ed officine per la costruzione degli strumenti ed un laboratorio di alchimia. Al centro geometrico di        Uraniborg  c’era una una  fontana con una statua, mantenuta in rotazione idraulicamente e spargeva acqua  attorno in tutte le direzioni. Non era solo uno spettacolo ma richiamava l’attenzione  sulle caratteristiche della casa, il possesso di acqua corrente era cosa di grande prestigio che neanche la Regina di Inghilterra o il Re di Francia potevano permettersi. Uraniborg aveva una succursale in altro edificio chiamato  Stjerneborg (Città delle Stelle) nelle immediate vicinanze.Vedere gli allegati per i due palazzi e l’isola di Hven.Fantastica era la visione dei dintorni di Uraniborg inserito in una area racchiusa da un muro con quattro viali . Uno di questi viali  andava dal  palazzo a una torre a due piani con portale di ingresso all’angolo est e una torre identica  sorgeva all’angolo ovest . All’interno della recinzione tra il muro ed il palazzo c’erano alberi da frutto ed alberi ornamentali .Insomma visitare Uraniborg ed incontrare Tycho è stata una cosa incredibile, mentre  Tycho spesso si toccava il naso che non aveva, sostituito da una fastidiosa protesi che mise quando in un duello, per la supremazia in matematica , l’avversario gli amputò il naso. 

Uranio.

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2021 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi